Area urbanistica

Le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione possono essere ubicate in qualsiasi parte del territorio comunale, essendo compatibili con tutte le destinazioni urbanistiche

Gli articoli 86 e 90 del D.lgs. n. 259 del 2003, nello stabilire che le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione sono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria e che gli impianti in questione e le opere accessorie occorrenti per la loro funzionalità hanno ”carattere di pubblica utilità”, postulano la possibilità che gli stessi siano ubicati in qualsiasi parte del territorio comunale,
Leggi tutto

Le osservazioni formulate dai proprietari interessati costituiscono un mero apporto collaborativo alla formazione degli strumenti urbanistici e non danno luogo a peculiari aspettative

Secondo il consolidato orientamento giurisprudenziale, “le osservazioni formulate dai proprietari interessati nei confronti di uno strumento urbanistico generale costituiscono un mero apporto collaborativo alla formazione degli strumenti urbanistici e non danno luogo a peculiari aspettative,
Leggi tutto

Il disegno urbanistico definito da uno strumento di pianificazione generale o da una sua variante costituisce estrinsecazione del potere pianificatorio connotato da ampia discrezionalità

In linea generale, giova ricordare che la giurisprudenza amministrativa ha costantemente e da tempo precisato (da ultimo, Consiglio di Stato, sez. IV, 25 giugno 2019, n. 4343) che il disegno urbanistico definito da uno strumento di pianificazione generale o da una sua variante costituisce estrinsecazione del potere pianificatorio connotato da ampia discrezionalità,
Leggi tutto

La destinazione di un’area a verde agricolo può essere giustificata dalla necessità di impedire ulteriori edificazioni

La più recente evoluzione giurisprudenziale che ha evidenziato come all’interno della pianificazione urbanistica devono trovare spazio anche esigenze di tutela ambientale ed ecologica, tra le quali spicca proprio la necessità di evitare l’ulteriore edificazione e di mantenere un equilibrato rapporto tra aree edificate e spazi liberi (così, Consiglio di Stato, IV, 21 dicembre 2012, n. 6656).
Leggi tutto

La destinazione a verde pubblico o a parco pubblico di un’area privata non determina un vincolo di carattere sostanzialmente espropriativo

Come già chiarito dalla giurisprudenza (cfr. TAR Lazio, Roma, sez. II quater, sent. n. 14054/2019), la destinazione a «verde pubblico» o a «parco pubblico» di un’area privata non determina quella completa e irrimediabile perdita di una qualunque utilitas, nella quale, solo, può individuarsi l’imposizione di un vincolo di carattere sostanzialmente espropriativo.
Leggi tutto

FORMAZIONE E WEBINAR
Quesiti e pareri
Area Patrimonio
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
28 Ottobre 2019
OGGETTO: Trasferimento di beni immobili tra enti pubblici
Vi chiedo se è legittimo che un ente, che viene trasformato ex lege in un nuovo ente, modificando i propri CF e P.IVA... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
18 Ottobre 2019
OGGETTO: Traferimento reliquato stradale
Chiedo se il reliquato stradale segue le vicende della strada nel trasferimento ovvero se una strada provinciale è stata... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Accordo quadro
In quali ambiti è più comunemente utilizzato l'accordo quadro? Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Istanza autorizzativa per realizzazione impianto di nuovo gestore su impianto
Un gestore di telefonia mobile ha presentato istanza di autorizzazione semplificata / SCIA ai sensi dell'art. 87bis del d.lgs... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Marciapiedi sulla via pubblica
Si può affermare che di regola i marciapiedi lungo la via pubblica sono gestiti dal gestore di tale via (di solito ANAS e/o FVG... Continua