Demanio e patrimonio pubblico

Nel caso di sanzioni conseguenti ad abusi edilizi realizzati su suolo demaniale, è legittimo il provvedimento sanzionatorio di demolizione che contenga in sé anche la diffida

Nel caso di sanzioni conseguenti ad abusi edilizi realizzati su suolo demaniale, è legittimo il provvedimento sanzionatorio di demolizione che contenga in sé anche la diffida, posto che il primo comma dell’art. 35 d.p.r. n. 380/2001 non indica un lasso temporale minimo tra il primo e la seconda, cosicché “ne consegue che alla diffida può seguire immediatamente l’ordinanza di demolizione senza che il destinatario possa trarre alcun beneficio dalla sua preventiva notificazione né alcuna concreta lesione dalla sua mancanza” (Cons. Stato, Sez. II. 5.07.2019, n. 4662; Cons. Stato, Sez. VI, 31.05.2017, n. 2618).
Leggi tutto

Quando una strada vicinale può dirsi pubblica?

Per giurisprudenza consolidata, una strada vicinale pubblica può essere qualificata come tale solo quando sussistano determinati elementi di fatto, consistenti nell'esistenza di un effettivo passaggio esercitato iure servitutis publicae da una collettività di persone qualificate dall'appartenenza ad un gruppo territoriale, dalla concreta idoneità del bene a soddisfare esigenze di carattere generale (anche per il collegamento con la pubblica via), nonché dalla esistenza di un titolo valido a fondamento del diritto di uso pubblico, che può identificarsi nella protrazione dell'uso stesso da tempo immemorabile
Leggi tutto

Per la concessione di suolo pubblico non opera la procedura del silenzio-assenso

Secondo principi sanciti da condivisa giurisprudenza, “la normativa in materia di commercio su aree pubbliche disciplinato dall'articolo 28 del decreto legislativo 114/1998 prevede che la determinazione delle aree e del numero dei posteggi da riservare allo svolgimento dell'attività sono soggetti a programmazione comunale, il che esclude, ai sensi dell'articolo 19 della legge 241 / 1990, richiamato dal successivo articolo 20, che possa formarsi il silenzio-assenso” (T.A.R. Bologna, sez. II, sent. n. 3371 del 12.08.2008).
Leggi tutto

È da escludersi la sussistenza di una concessione di bene demaniale in assenza di formale provvedimento concessorio

Secondo il pacifico orientamento della giurisprudenza amministrativa, “la tesi di una perdurante vigenza della concessione, per effetto del suo rinnovo tacito, non può applicarsi ai contratti pubblici in quanto la volontà di obbligarsi della p.a. deve sempre essere manifestata nelle forme richieste dalla legge, tra le quali l’atto scritto “ad substantiam”, risultando quindi irrilevante “un mero comportamento concludente anche se protrattosi per anni”” (cfr. T.A.R. Lazio, Roma, Sez. II, 8 giugno 2017, n. 6764).
Leggi tutto

Elementi da cui desumere la proprietà pubblica di una strada

La proprietà pubblica di una strada può essere desunta dai seguenti elementi e argomenti: a) la continuità della numerazione civica degli ingressi dei fabbricati che si affacciano sull’area d’interesse, consecutiva a quella di altra via; tale circostanza inerente la presenza di numerazione civica pubblica all’interno di quel tratto di strada appare incompatibile con la proprietà privata, atteso che costituisce indice rivelatore della sussistenza di un uso pubblico;
Leggi tutto

Le case cantoniere sono beni appartenenti al patrimonio demaniale

Le case cantoniere sono beni appartenenti al patrimonio demaniale, come affermato dal Consiglio di Stato, secondo cui “le case cantoniere costituiscono ai sensi dell'art. 24 del codice della strada pertinenza di servizio del demanio stradale e quindi partecipano del regime di demanialità, che può cessare solo all'esito del procedimento di sdemanializzazione, non potendosi ammettere una perdita della qualità demaniale tacita o implicita” (Cons. Stato, Sez. IV, 01.04.2019 n. 2119).
Leggi tutto

Gli elementi necessari per individuare la natura e l’uso pubblico di una strada

Per costante giurisprudenza, la natura e l'uso pubblico di una strada dipendono dalla esistenza di tre concorrenti elementi, che sono: a) che vi si eserciti il passaggio ed il transito iuris servitutis publicae da una moltitudine indistinta di persone qualificate dall'appartenenza ad un ambito territoriale; b) la concreta idoneità della strada a soddisfare, anche per il collegamento con la via pubblica, le esigenze di carattere generale e pubblico; c) titolo valido a sorreggere l'affermazione del diritto di uso pubblico, il quale può identificarsi nella protrazione dell'uso da tempo immemorabile (comportamento della collettività contrassegnato dalla convinzione di esercitare il diritto d'uso della strada).
Leggi tutto

La controversia introdotta da chi si opponga ad un provvedimento della P.A. di rilascio di un immobile di edilizia residenziale pubblica occupato senza titolo rientra nella giurisdizione del giudice ordinario

La controversia introdotta da chi si opponga ad un provvedimento della P.A. di rilascio di un immobile di edilizia residenziale pubblica occupato senza titolo rientra nella giurisdizione del giudice ordinario, essendo contestato il diritto di agire esecutivamente e configurandosi l’ordine di rilascio come un atto imposto dalla legge e non come esercizio di un potere discrezionale dell’Amministrazione, la cui concreta applicazione richieda, di volta in volta, una valutazione del pubblico interesse
Leggi tutto

Quesiti e pareri
Area Patrimonio
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
28 Ottobre 2019
OGGETTO: Trasferimento di beni immobili tra enti pubblici
Vi chiedo se è legittimo che un ente, che viene trasformato ex lege in un nuovo ente, modificando i propri CF e P.IVA... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
18 Ottobre 2019
OGGETTO: Traferimento reliquato stradale
Chiedo se il reliquato stradale segue le vicende della strada nel trasferimento ovvero se una strada provinciale è stata... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Accordo quadro
In quali ambiti è più comunemente utilizzato l'accordo quadro? Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Istanza autorizzativa per realizzazione impianto di nuovo gestore su impianto
Un gestore di telefonia mobile ha presentato istanza di autorizzazione semplificata / SCIA ai sensi dell'art. 87bis del d.lgs... Continua
Servizio quesiti per dipendenti enti locali
31 Gennaio 2019
OGGETTO: Marciapiedi sulla via pubblica
Si può affermare che di regola i marciapiedi lungo la via pubblica sono gestiti dal gestore di tale via (di solito ANAS e/o FVG... Continua